Presidi: conto alla rovescia per il fallimento

Presidi: conto alla rovescia per il fallimento

Non più tardi di otto giorni fa, su proposta della RSU e insieme a quasi tutte le sigle dell’Ateneo, è stato richiesto un incontro urgente al Rettore e alla Direttrice Amministrativa sulla situazione dei presidi. A tale incontro è stato chiesto che fossero presenti i responsabili degli stessi.

La richiesta nasceva dalla necessità di discutere urgentemente del disservizio che si creerà dal 2 aprile presso tutte le strutture dell’Ateneo venendo meno l’appalto alla Cooperativa.

Parliamo apertamente di disservizio perché tale è la situazione che si verrà a creare con il trasferimento ai presidi della competenza sulla apertura, chiusura e sicurezza delle strutture universitarie, senza il potenziamento delle unità assegnate ai presidi. Questa Amministrazione non ha saputo organizzare questo trasferimento, né sembra intenzionata a farlo.

La richiesta di incontro non ha ancora ricevuto risposta, il bando uscito qualche settimana fa non ha ancora sortito risultati anche se le domande sono state numerose, e il tempo scorre inesorabilmente.

I responsabili si stanno in alcuni casi, in modo molto rischioso, improvvisando padroni imponendo al personale coordinato esercizi organizzativi fantasiosi. Si viene meno al protocollo sull’orario di lavoro che disciplina chiaramente tutti gli obblighi delle lavoratrici e dei lavoratori, ma anche i limiti del potere dei responsabili delle strutture.

Invece di cercare condivisione e confronto alcuni interpretano il proprio ruolo nel modo più ottuso.

L’Amministrazione di fatto sta lasciando i responsabili in balia delle proprie personali interpretazioni e dimostra di non sapere che pesci prendere. In questo modo ogni errore dei responsabili sarà personale non avendo dato indicazioni, che furberia!

Si sta diffondendo un brutto clima di divisione fra il personale, che ormai si classifica in base alla categoria, in modo infantile e rischioso.

Nulla si sa poi di cosa succederà ad Arezzo, dove si fanno riunioni per impartire ordini dopo aver dimostrato dall’inizio dell’anno di non essere capaci nemmeno di rispettare i minimi diritti dei dipendenti. L’anomalia di Arezzo va risolta una volta per tutte, è ora di farla finita!

Cosa succederà poi al Rettorato dove non c’è un presidio? Siamo curiosi di conoscere quale soluzione è stata trovata (?), di sicuro sarà la più interessante.

Nessuno vuole tenere conto del fatto che chi lavora nei presidi ha già tutta una serie di compiti assegnati che non permettono di aggiungerne altri, se non facendo scadere la qualità finora garantita. È questo ciò che si vuole?

Ancora una volta l’organizzazione si implementa con l’affanno e la fretta.

Noi non ci stiamo ci avete stufato!

Si convochi la riunione richiesta e si trovino soluzioni valide perché non accetteremo di subire impassibili. L’esasperazione che ci state imponendo si ritorcerà contro l’Ateneo e i responsabili di tutto questo avranno nomi e cognomi.

 

Ultim’ora: leggendo il provvedimento di istituzione della divisione coordinamento sistema bibliotecario, altra questione su cui torneremo, si

legge: la divisione coordinamento è responsabile … delle sale di studio e lettura quando queste ultime non siano affidate alla responsabilità dei Presidi (!)

 

Questa frase non c’era nel precedente provvedimento, e ora si, un altro servizio sulle spalle di un numero di unità che non può reggere tutte le eterogenee attività assegnate!

 

Leggete quali sono le attività assegnate ai presidi e quante unità vi sono assegnate a questo link:

http://www.unisi.it/sites/default/files/albo_pretorio/allegati/Disp%20DA%20873_9_11_12_Istituzione%20e%20attivazione%20Pres%C3%ACdi.pdf

 

il 2 aprile si avvicina e quando si creeranno dei disservizi la responsabilità sarà chiara!

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: