DOPO IL QUIZZONE….ALTRI GIOCHI ALL’UNIVERSITA’

Nel massimo riserbo, sono in arrivo nuovi diabolici giochi per il
personale tecnico amministrativo che lavora nelle sedi periferiche e
nell’area servizi agli studenti.

Il Musichiere: dopo il quizzone un gioco a premi piu’ dinamico che mette
in risalto anche le attitudini alla mobilita’.

Il gioco dei pacchi: la Direttrice Amministrativa sa cosa c’e’ nel pacco
destinato ad ognuno e si diletta a proporre cambi ed altri tipi di
offerte al buio.

Rubabandiera: con la variante che i numeri sono assegnati
dall’Amministrazione che decidera’ quali chiamare e quali lasciare a piedi.

Gioco del quindici: per far arrivare la tesserina giusta al posto giusto
si dovranno spostare inevitabilmente tutte le altre

Ci piacerebbe poter dire che questa volta le cose avverranno
diversamente dal passato, che verranno tutelati i diritti e le capacita’
di tutti i colleghi, che non ci sono liste, elenchi o abbinamenti gia’
pronti da mesi che in pochi hanno deciso ed in pochissimi hanno potuto
scegliere.

Purtroppo la mancanza di trasparenza dell’Amministrazione non ci
permette di conoscere, ad oggi, quale sara’ il modello organizzativo che
avranno le nuove strutture dipartimentali, tanto che ci viene il dubbio
se esista un modello unico o se ce ne siano varie versioni da descrivere
sommariamente a seconda dell’interlocutore.

Dobbiamo fare in fretta per dimostrare agli interlocutori esterni che
siamo bravi ed efficienti, non importa se fino ad oggi, a 18 mesi
dall’approvazione della Legge Gelmini, abbiamo fatto le cose con molta
calma perche’ ad essere decise erano le afferenze del personale docente.
Non vogliamo dire che si e’ perso del tempo, certe cose vanno fatte con
attenzione perche’ i dipartimenti saranno i pilastri della ricerca e
della didattica nell’universita’ di domani. Tuttavia ancora una volta
siamo costretti a prendere atto della diversa dignita’ e considerazione
del contributo che il personale tecnico amministrativo dovrebbe dare
alle attivita’ che si svolgeranno nei dipartimenti.

L’importante e’ tenere sotto scacco il personale con la strategia che
”se non fai il bravo ti sposto”. La Direttrice Amministrativa
aspettava da tempo questo momento, cio’ che non ha potuto fare con il
regolamento sulla mobilita’ lo potra’ attuare nell’occasione della
costituzione delle nuove strutture dipartimentali. Quali saranno i
criteri per assegnare il personale alle varie strutture ed attivita’? Ci
si basera’ sull’in-basket? Sul quizzone? Sulle indicazioni dei direttori
attuali e futuri? Sulle richieste di certi docenti secondo i quali i
tecnici dovrebbero lavorare in percentuale su due dipartimenti come se
si dovesse dividere l’uso di un miscrocopio?

Sicuramente non sulle aspirazioni del personale, dato che tranne
rarissimi casi nessuno ha pensato a chiedere alle colleghe ed ai
colleghi cosa si aspettassero dal futuro. In qualsiasi organizzazione i
manager che si occupano del personale sanno benissimo che per
raggiungere buoni livelli di produttivita’, efficienza ed efficacia il
personale deve essere motivato. La motivazione e’ quella cosa che la
mattina ti fa svegliare pensando che devi ”andare a svolgere un
lavoro”, e non semplicemente ”andare a lavoro”, quella cosa che ti fa
provare passione e soddisfazione per quello che fai, fino ad indurti a
trattenerti qualche ora in piu’ in ufficio o in laboratorio per veder
risolto un problema. La motivazione e’ quella cosa che fa la differenza
rispetto al modello brunettiano di impiegato statale. Inoltre, in
qualsiasi organizzazione e’ noto che per motivare il personale e’
necessario ascoltarne le esigenze, che vanno dalla propensione per
particolari mansioni ai problemi logistici ed alle necessita’ personali.

Peccato, e’ stata un’altra occasione sprecata. La nostra Universita’
puo’ solo confidare nel fatto che l’attuale organizzazione e’ ridotta
così male che ci vorra’ molto impegno per renderla ancora meno
efficiente. Ma ormai lo abbiamo imparato sulla nostra pelle, al peggio
non c’e’ limite.

USB Pubblico Impiego

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: