tavolo di contrattazione Università di Siena

Le scriventi OO.SS. non ritengono opportuna la convocazione della contrattazione di mercoledì prossimo per la riapertura della contrattazione sull’integrativo dei CEL.

I motivi per cui riteniamo inopportuna tale convocazione sono due:

1) c’è la dichiarazione dello stato di agitazione non solo per la questione dell’accessorio, ma anche perché si restaurino relazioni sindacali accettabili, e tale stato di agitazione non si è ancora concluso. Il 4 aprile saremo di nuovo dal Prefetto per sapere se Rettore e Direttrice Amministrativa hanno cambiato idea, altrimenti arriveremo alle naturali conseguenze, per altro previste dalla legge, dello stato di agitazione.

Quello che si è evidenziato nella dichiarazione di tale stato era anche una grave delegittimazione delle relazioni sindacali, come peraltro riconosciuto dallo stesso Prefetto.

La convocazione di mercoledì si inserisce nel metodo utilizzato finora da Rettore e Direttrice Amministrativa di disprezzo delle relazioni sindacali.

Si convoca un tavolo “al buio”, cioè senza inviare le benché minima documentazione e per giunta mentre è in corso una procedura di raffreddamento davanti al Prefetto. Proprio la delicatezza della questione avrebbe dovuto suggerire all’Amministrazione di presentare un qualche documento per chiarire da dove voleva ripartire, anche per far arrivare le sigle preparate alla contrattazione. Invece niente, si preferisce perdere tempo invece di recuperarne.

Ci sembra quanto meno strumentale il fatto che per un anno non si convochi nessuna seduta di contrattazione, e poi, per giunta in un momento particolare come questo dove è appunto in atto uno stato di agitazione, si senta la necessità impellente di contrattare. Ad una settimana dal prossimo incontro davanti al prefetto. La cosa più grave è che per giunta questa strumentalizzazione venga fatta sulla pelle di lavoratrici e lavoratori che da due anni vivono un taglio dello stipendio gravissimo.

2) l’altra questione per cui reputiamo grave la convocazione è che finora Rettore e Direttrice Amministrativa non hanno dato corso a quanto stabilito dalle sentenze di Siena e Firenze, e cioè restituire ai cel quanto indebitamente tolto e applicare l’ultra attività del contratto. Solo dopo il rispetto delle decisioni della Magistratura saremo pronti ad andare al tavolo della contrattazione e dare il nostro contributo. Altrimenti siamo pronti fin da ora ad unificare tutte le vertenze, CCI CEL e CCI salario accessorio, nelle mobilitazioni che verranno decise se fallirà il tavolo di raffreddamento davanti al Prefetto.

Cisal, Cisl, Cisapuni, Ugl, Uil, Usb

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: