Seduta di informazione del 27 febbraio delusione e sconcerto

Seduta di informazione del 27 febbraio delusione e sconcerto

La seduta di ieri ha ancora una volta suscitato forti sentimenti di delusione e sconcerto.

Partiamo con ordine. Alla seduta erano presenti per la parte pubblica Rettore, Direttrice Amministrativa e Direttore Generale dell’AOUS, sindacati d’Ateneo e poi i rappresentanti dei sindacati dei medici aziendali.

Non conoscendo tutti, ce ne scusiamo, pensavamo fossero i rappresentanti dei docenti e quindi speravamo che intervenissero sulle storture del regolamento del DIPINT sulla didattica e ricerca. Non comprendiamo come mai si invitino i rappresentanti dei medici e non quelli dei docenti. Saranno i vertici delle due Amministrazioni a chiarire il perché di questa scelta.

Abbiamo presentato le nostre posizioni sul regolamento che già ieri avevamo reso pubbliche. Il grande ostacolo per la parte pubblica d’Ateneo è stata la richiesta di chiarimento sul personale tecnico e amministrativo ed il modo in cui viene inserito nel DIPINT. Le nostre posizioni, condivise peraltro come ovvio dagli altri colleghi, hanno suscitato sdegno e scandalo, queste le parole della Direttrice Amministrativa fino a dire che sosteniamo proposte indecenti!

L’unica ragione per cui la riunione, pur con toni forti, non è finita male è perché da parte sindacale non c’è la volontà di giocare con le questioni ma di essere a quel tavolo in rappresentanza di tutti e non per un gioco delle parti.

Dopo tre ore di discussione è stato concordato che nel regolamento verrà inserito il riferimento al regolamento interno sulla mobilità d’Ateneo. Questo come tutela per i colleghi sulle procedure di individuazione con avvisi pubblici, e sulla possibilità che pur inseriti in una struttura Aziendale siano protetti come salvaguardia da regole universitarie. Sulla questione dell’equiparazione economica fra colleghi universitari e aziendali nel caso vi sia un lavoro comune, dopo una prima chiusura con minacce di soluzioni senza alcuna ragione, si è giunti alla possibilità di trovare una formula che non neghi la possibilità di arrivare anche a quella scelta.

Per ora attendiamo di vedere le modifiche. Chiariamo che non accettiamo ancora quel regolamento finchè non leggeremo le modifiche, e comunque la decisione in merito spetterà solo ai colleghi che lavorano presso l’AOUS, non la prenderemo noi in modo autoreferenziale. Quando sarà il momento sarà fatta un’assemblea in AOUS. Intanto chi vuole può scriverci se ha dei suggerimenti e analisi da proporre.

La prima parte più politica del regolamento non è stata minimamente toccata anche perché era tardi.  Per noi rimane imprescindibile che leggere che il mondo imprenditoriale può identificare le linee prioritarie di ricerca di un’Università pubblica è un obbrobrio dei nostri tempi e non ha alcuna possibilità di essere approvata da chi difende un sistema universitario pubblico.

Attendiamo ancora di capire se dalla parte docente verrà detto qualcosa su questo aspetto o se per loro va tutto bene. Chiediamo prese di posizione pubbliche, se ci sono, perché in questo momento avere a cuore le sorti dell’Ateneo vuol dire intervenire apertamente nelle discussioni.

Noi non siamo chiusi alle sperimentazioni organizzative ma le vogliamo delineare con tutte le tutele del caso. Gli otto milioni che arrivano dalla Regione sono importanti per l’Ateneo, ma solo perché ci servono non vuol dire che dobbiamo prenderli a scatola chiusa senza dire nulla. Il regolamento attuale ha dei limiti e noi critichiamo quei limiti per migliorarli. Chi non capisce questo ha dei pregiudizi grossi come palazzi nei confronti della parte sindacale, ma è meglio che li risolva presto.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: