resoconto Incontro sindacale 11 gennaio 2012 atto secondo

Incontro sindacale 11 gennaio 2012 atto secondo

Vogliamo trattare a parte la questione della ricognizione annuale delle eventuali eccedenze di personale presentataci in seduta dalla Direttrice Amministrativa. I tempi per tale ricognizione saranno stretti ma ci sono tutti i tempi per fare un lavoro attento.

Il risultato della ricognizione dovrà necessariamente passare attraverso un’analisi dei carichi di lavoro di tutte le strutture, della mobilità interna, delle competenze e professionalità, e dovrà raccordarsi con la futura organizzazione del lavoro d’Ateneo che deriverà dall’applicazione del nuovo Statuto. Sono molte cose e difficili da fare, ma inutili senza un’attenta analisi a 360 gradi.

I carichi di lavoro e il bilancio delle competenze viene chiesto da mesi e ora dovrà essere fatto con grande attenzione e con un percorso condiviso. Non si può pensare di chiedere solo ai responsabili delle strutture, vedi i direttori dei dipartimenti, quali siano i carichi di lavoro delle unità presenti nei dipartimenti.

Le linee guida sulla mobilità interna firmate nel settembre 2011 prevedono un monitoraggio quadrimestrale. A gennaio va presentato il monitoraggio dei primi quattro mesi. Diventa importante adempiere a quanto previsto perché si può avere un quadro delle richieste di mobilità, delle necessità e da dove si sono trasferiti le colleghe e i colleghi. Il monitoraggio era stato proposto dalla USB proprio perché serviva per avere un riscontro delle situazioni di criticità esistenti, dove servono unità e da dove scappano unità.

La nuova organizzazione del lavoro servirà per capire quanto si debba arrivare ad una nuova distribuzione del personale nelle strutture, vedi biblioteche e segreterie, e quanto sia inutile paventare la presenza di esuberi. I regolamenti attuativi dello Statuto non sono ancora scritti e andranno fatti di pari passo con la ricognizione annuale perché lo Statuto è ormai in fase di definitiva approvazione e solo una loro parallela redazione permetterà di capire come si dovranno ridistribuire le unità di personale presenti nelle strutture da riorganizzare.

Quando la USB chiedeva a settembre 2011 di avvantaggiarci sulla redazione dei regolamenti, il Rettore e la Direttrice Amministrativa ci accusavano di voler strumentalmente oberare gli uffici, ora si che saremo tutti oberati davvero. Crediamo però che anche qui si potranno ottenere risultati significativi se saremo coinvolti anche nella redazione dei regolamenti. La modalità di coinvolgimento sulla redazione deve essere discussa in CdA e Senato ma dovrà tenere conto che il personale tecnico e amministrativo deve contare.

Per tutto quanto sopra scritto abbiamo chiesto che si attivi un tavolo di discussione su questa ricognizione a cui parteciperemo in modo costruttivo, ma attento come sempre. La difficile situazione dell’Ateneo rende ancora più necessario questo percorso vedremo se Rettore e Direttrice Amministrativa sapranno essere costruttivi.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: