Ma….l’edicolante accanto al Rettorato?

Gia’, l’edicolante accanto al Rettorato. Chiediamo di sapere se anche lui e’ responsabile di danno erariale verso l’universita’, visto che ha sicuramente venduto i giornali nei quali si parlava del contratto dei CEL.

Le organizzazioni sindacali negli ultimi anni hanno chiesto piu’ volte i dati finanziari relativi agli argomenti di contrattazione, e tra quelle poche volte che sono stati forniti e’ anche capitato che fossero sbagliati.

E’ essenziale che l’Amministrazione fornisca i dati corretti per ogni argomento di contrattazione, dato che spetta a lei certificare la copertura finanziaria di ogni contratto integrativo proposto. La contrattazione si sviluppa a partire dalla copertura finanziaria. La verifica della disponibilita’ e della consistenza dei fondi fa parte delle premesse dei contratti integrativi ed e’ deputata al Collegio dei Sindaci Revisori ed il Consiglio di Amministrazione.

L’eventuale sottoscrizione degli accordi da parte dei sindacati si limita al controllo del loro contenuto.

Prendiamo atto che l’Amministrazione e’ molto solerte nel mettere in mora le organizzazioni sindacali per non rischiare che una loro eventuale responsabilita’ cada in prescrizione.Ci sembra pero’ che la mancanza di una copertura finanziaria sul contratto integrativo dei CEL del 2006 non sia il problema principale dell’Universita’, e ci chiediamo se contro i responsabili del dissesto finanziario dell’Ateneo siano stati presi provvedimenti analoghi.

PRETENDIAMO di sapere se per il Magnifico Rettore e per il Direttore Amministrativo sia piu’ importante denunciare i sindacalisti o sollecitare la chisura delle indagini sul buco, visto che tra un pò andra’ tutto in prescrizione e chi s’e’ visto s’e’ visto. Ormai è quasi certo che alcuni reati cadranno in prescrizione. E’ necessario sbrigarsi per evitare che qualcuno non venga mai giudicato. Rivendichiamo il diritto di sapere chi e’ colpevole e chi innocente.
Non crede il Magnifico Rettore che forse sarebbe piu’ importante chiedere che sia fatta luce su un buco le cui ripercussioni ricadono principalmente sul personale T/A? O forse per lui va bene cosi’?

Non vorremmo mai che qualcuno dei responsabili di questo scempio, le cui conseguenze continuano ad infierire sulle buste paga del personale T/A e sulle loro prospettive lavorative e familiari, possa riuscire a farla franca. Confidiamo che anche i vertici dell’Amministrazione la pensino come noi, e che si adoperino con ogni mezzo affinche’ chi ha danneggiato l’Universita’ di Siena non sfugga alle proprie responsabilita’.

Il Magnifico Rettore e’ il capo di una Comunita’ Accademica e ha il compito di individuare e deplorare i danneggiatori e di dare risposte certe a 1200 persone; per il momento l’impressione che abbiamo e’ che stia annaspando nel buio o, peggio, resti immobile aspettando la manna dal cielo, dalla Regione o da Roma.

Siena, 15 giugno 2011

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: