GUIDA PRATICA ALLE NOVITA’ PER TECNICI AMMINISTRATIVI DELL’UNIVERSITA’ DI SIENA

GUIDA PRATICA ALLE NOVITA’ PER TECNICI AMMINISTRATIVI DELL’UNIVERSITA’ DI SIENA

NON FATEVI PRENDERE DAL PANICO

Parte la nuova organizzazione e pochi sanno cosa è stato della divisione in cui lavoravano. Ci sono divisioni disattivate e scorporate come il Q.it e nessuno sa in quale dei nuovi uffici è andato a lavorare. Ci sono uffici che sembrano non essere cambiati, ma di doman non v’è certezza. Il tutto avviene in un momento di forte tensione all’interno dell’Ateneo. Si parla di controlli sull’uso della rete che hanno poco di legale, si parla di controlli sulle pause che uno fa sul lavoro. Insomma si vive un clima di forte individualismo in cui molti pensano per sé.

Poi c’è la partita mobilità esterna: nessuno dice se va via, se ha fatto domanda o se il colloquio è andato bene. Si è creato un clima fra i colleghi che non ha nulla a che fare con rapporti umani degni. L’Amministrazione ha la bocca cucita su tutta la questione e solo pochi hanno accesso alle informazioni. Forse proprio questo alimenta l’idea che chi riesce ad andare via non lo fa per capacità, ma per raccomandazione, o favori personali. Se si facesse invece una commissione paritetica in cui tutto si discute alla luce del sole, non sarebbe meglio?

Troppe domande a cui nessuno risponde. Per questo non vogliamo andare oltre con un’analisi pesante, ma cercare con l’ironia di dipingere la nostra università.

Come si sopravvive, quindi, al quotidiano squilibrio dell’Ateneo senese? L’unico modo è seguire i giochi, semplici e diretti, ideati dall’Amministrazione per rendere più sopportabile il lavoro, e che aiutano a districarsi nella palude lavorativa in cui pensa di sopravvivere solo il più furbo.

Indovina chi …. è il tuo Responsabile

La mattina dopo aver timbrato e prima di metterti al lavoro indovina chi è il tuo Responsabile di Ufficio o Divisione. L’Amministrazione, infatti, non te lo comunicherà, ma potrebbe aver disattivato la Divisione in cui lavoravi, scorporato le competenze degli uffici e cambiato il Responsabile. Non è tuo dovere saperlo ma indovinarlo. Chi vince potrebbe avere un’indennità quando verrà ripristinato il salario accessorio: indennità di veggenza.

Cluedo

Devi scoprire, la mattina, quando vieni al lavoro se l’assenza del tuo collega di stanza è dovuto a ferie, malattia o forse addirittura un comando o una mobilità esterna. Solo gli indizi ti aiuteranno a capire quale delle opzioni è quella giusta. Chi vince può prendersi la spillatrice del collega in ricordo, ma non va utilizzata per fini autolesionistici di invidia per la fortuna “cieca” altrui.

Chi l’ha visto

Si tratta di un esperimento che per ora si svolge solo al Rettorato. In pratica si deve controllare chi e quante volte si ferma a parlare con colleghi che non sono del suo ufficio, beve caffè o fuma una sigaretta. Essendo sperimentale si sta ancora decidendo quale ufficio avrà la competenza sulla raccolta delle informazioni. L’Amministrazione ha deciso di limitare l’area di gioco perché essendo al limite della correttezza e rischia di creare un clima delatorio. Non sembra allentare le tensioni.

Monopoli

Per cercare di rendere più divertente l’accorpamento dei dipartimenti, in base alla legge 240/2010, è stato ideato un gioco in cui ogni dipartimento, o sezione, o anche laboratorio, se di interesse generale, può essere scambiato, venduto o acquistato. La cosa che all’inizio non era chiara è che il gioco è rivolto solo alla categoria docenti. La partecipazione dei tecnici amministrativi è solo di tipo strumentale. Per questo è richiesto di aggiornare il proprio valore di scambio che serve ai giocatori veri. I soldi che si usano per gli scambi sono falsi. Nessuno pensi di aumentare i “suoi” fondi di ricerca.

Crack!

Risulta sospeso attualmente perché ritenuto poco rispettoso della storia recente del nostro Ateneo.

Per poter partecipare a queste amene trovate ci si deve collegare online e scaricare la nuova applicazione sviluppata da tecnici di fuori regione, I.N.E.S. 2.0 (Interactive Never-Ending Story Storia Infinita Interattiva). L’applicazione è supportata da tutti i sistemi operativi  e da tutti gli smartphone su richiesta specifica del Rettore. Non è chiaro quale sia il livello di controllo che viene usato da parte dell’Amministrazione quando si accede all’applicazione. Potrebbe infatti servire per monitorare il-legalmente, con la complicità di qualche tecnico, l’uso della rete da parte dei tecnici amministrativi. Ogni lavoro ha i suoi rischi.

Una risata ci seppellirà.

Siena 3 giugno 2011

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: