Salario Accessorio 5/7

Salario Accessorio

Pietra dello scandalo di questo Ateneo è di sicuro il fondo per il salario accessorio. Per tre anni abbiamo evidenziato la mancanza di chiarezza sulla determinazione del fondo. Il 30 marzo si svolgerà di fronte al giudice del lavoro l’udienza per dimostrare che il Direttore Amministrativo ha commesso un grave errore scegliendo di sospendere il fondo in modo unilaterale.

Molti dei problemi che si sono evidenziati nelle sezioni precedenti sono dovuti alla mancanza di reale volontà di utilizzare il salario accessorio per valorizzare le professionalità del personale. Il Direttore Amministrativo utilizza le norme della “riforma Brunetta” per giustificare le scelte che vuole assumere. In realtà nulla di concreto è ancora stato messo sul tavolo.

Non abbiamo mai firmato per la proroga del contratto integrativo in vigore dal 2004 e crediamo sia doveroso prevedere di scriverne uno nuovo. Non accetteremo, però, di sederci al tavolo per applicare la “riforma Brunetta”. Tutta la sezione della Brunetta che prevede la valutazione della performance è di fatto bloccata fino al rinnovo contrattuale.

Crediamo che lo sforzo che vada fatto sia quello di utilizzare il fondo per incentivare le professionalità di tutti i colleghi tenendo ben presente, però, che il salario accessorio è anche una fonte di sostegno al reddito significativa. L’Amministrazione deve avere il coraggio di sedersi al tavolo senza porre pregiudiziali, ma con la volontà di ascoltare.

Sul salario accessorio si sono create molte distorsioni della realtà. La spesa maggiore operata in questi anni è stata dovuta ad errori di pochi e ora si pretende di far pagare l’errore a tutti. Assolutamente falso è la leggenda che il salario sia stato dato a pioggia a tutti. Molti non hanno avuto riconosciuto niente dal contratto integrativo del 2004 e non hanno avuto la progressione economica orizzontale che gli spettava in base alle regole del CCNL. Gli interventi del governo poi hanno solo acuito le difficoltà che accomunano tutti i lavoratori del pubblico impiego. La legge 150 che modifica la legge 165/2001 non ha riformato nulla, ma solo creato più confusione.

A Siena, dobbiamo avere il coraggio di immaginare un nuovo salario accessorio che sappia rispondere a quelle richieste di valorizzazione che tutti i colleghi da anni aspettano. Dobbiamo saper trovare il giusto equilibrio nella valorizzazione fra centro e periferia, fra le diverse modalità di interazione con la vita dell’Ateneo di questi due mondi, per permettere a tutti di vedersi riconoscere il salario accessorio che gli spetta. Vanno inoltre salvaguardate quelle indennità di rischio e disagio che sono previste da norme specifiche.

Il fondo per il salario accessorio ha subito un taglio del 10% nel 2008; l’ulteriore incapacità dell’Amministrazione di ri-alimentare il fondo in modo corretto, come fatto in altri Atenei, ha fatto sì che l’entità dello stesso sia molto limitata. Vi sono però possibilità di intervento che garantiscono opportunità di sostegno al reddito di tutti. Le Progressioni economiche orizzontali a questo sarebbero servite, ma l’Amministrazione ha usato tutta la sua autorità per non permettere di avviare le procedure. E come sappiamo la legge 78/2010 all’art. 9, comma 21, le ha bloccate fino a tutto il 2013.

Intanto attendiamo che nello stipendio di marzo si veda la distribuzione dell’una tantum del 2010 derivato dai residui del fondo di quell’anno. L’Amministrazione ha preso l’impegno nella contrattazione del 20 dicembre 2010 di distribuire questo una tantum nel mese di marzo e vogliamo sperare che rispetti gli accordi. Come a gennaio ha rispettato la legge che imponeva di pagare gli arretrati ai docenti, ora a marzo si deve avere la stessa attenzione verso i tecnici amministrativi. Un ritardo nel pagamento esporrebbe l’Amministrazione solo ad un’ulteriore aggravamento della tensione interna e ad altri contenziosi. Si vedrà se avranno la sensibilità di dare questo segnale.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: