mobilità esterna parte 7/7

Mobilità esterna

Si continua a parlare di mobilità esterna del personale tecnico amministrativo, sempre volontaria ovviamente. È stata creata una commissione per la mobilità volontaria di cui non è chiaro il mandato né il progetto di facilitazione che l’Ateneo vorrebbe attuare. La RSU ha chiesto di poter entrare di diritto nella commissione vista anche la delicatezza della questione, pare però che il Direttore Amministrativo abbia opposto un netto rifiuto.

Intanto i vertici dell’Ateneo cominciano a parlare di probabile definizione di un Piano degli esuberi, affermazione fatta in Commissione Cultura del Comune di Siena dal Direttore Amministrativo in data 28 febbraio, ma forse non sanno che se di piano degli esuberi si deve parlare allora si entra nell’applicazione degli artt. 6 e 33 della legge 165/2001, che prevede la definizione degli esuberi e poi mobilità con liste di disponibilità. Altro che mobilità volontaria. Pretendiamo chiarezza.

Riteniamo che finora sia stata così superficiale la trattazione di questa delicata materia da rendere inutile la creazione di commissioni o altro. La mobilità esterna deve essere trattata sul tavolo della contrattazione senza creare altri filtri, o passaggi intermedi. Tutti hanno il diritto di essere informati tramite la RSU e le OO.SS. dei reali progetti del Rettore e del Direttore Amministrativo.

Pretendiamo un chiarimento immediato sulla natura dei progetti di rapporto con gli altri atenei toscani. Il Rettore di Pisa ha dichiarato ai giornali che si sta valutando la possibilità di unificare servizi amministrativi, come l’ufficio stipendi. Il 3 marzo si è svolta la riunione del Comitato Regionale di Coordinamento degli atenei toscani, vorremmo sapere cosa è stato discusso. Il 24 febbraio dopo il workshop sui dottorati svoltosi al Collegio S. Chiara nel comunicato è stato scritto: “L’incontro fa parte di un percorso più ampio di collaborazione fra gli atenei toscani, inerente anche all’attività formativa, ai progetti di ricerca, al trasferimento tecnologico, alla sanità ed alle questioni amministrative e gestionali.” Quali sono le questioni amministrative e gestionali che si stanno valutando e quando si ha intenzione di comunicarle al tavolo della contrattazione?

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: