Monthly Archives: ottobre 2010

comunicato direzione nazionale RdB Pubblico Impiego

SOLIDARIETA’ E SOSTEGNO A LORENZO COSTA

dirigente sindacale RdB Pubblico Impiego dell’Università di Siena

 

RdB USB denuncia il tentativo di intimidazione del Rettore Focardi

 

 

Il plateale annuncio del Rettore di ricorrere ad una possibile denuncia per diffamazione per un legittimo ragionamento dialettico del sindacalista Costa è il segno di una cronica incapacità di stare ad un tavolo di contrattazione vera. Molti dirigenti pubblici sono abituati alla concertazione che ormai da anni si è involuta verso forme sofisticate di collaborazione che non prevedono opposizione né l’azione sindacale, ecco che quindi si tentano le strade della delegittimazione e della persecuzione soggettiva dei rappresentanti dei lavoratori.

Nel caso specifico il datore di lavoro ovvero massima responsabilità politica ed amministrativa dell’ateneo senese commette un gravissimo errore difensivo che a nostro parere è molto peggio di un autogol. Sono i lavoratori e in loro rappresentanza, è il sindacato che chiede alla magistratura di intervenire per chiarire una vicenda che si trascina da troppo tempo e che sembra aver trovato nei lavoratori il suo capro espiatorio. Non è accettabile che di fronte ad una voragine di centinaia di milioni di euro rattoppata con favolose acrobazie finanziarie tra cui una prestigiosa operazione immobiliare, tutto sembra aver trovato giustificazione in un esoso salario accessorio riscosso dal  personale tecnico amministrativo che in 10 anni vale meno di 50 euro lordi al mese per singolo dipendente. Il bubbone senese sta finalmente scoppiando e le responsabilità di chi ha amministrato l’ateneo, non terminano con la fine del mandato rettorale di Focardi. Noi faremo la nostra parte fino in fondo con la difesa legittima del mandato sindacale che prima di tutto è la difesa legittima e costituzionale dei diritti dei lavoratori. Altri devono chiarire l’efficacia e l’efficienza del loro mandato e della loro rappresentanza, ai lavoratori, agli studenti, a tutta la cittadinanza senese.

per la Direzione Nazionale RdB Pubblico Impiego

Pietro Di Gennaro

CHIEDIAMO RISPOSTE MA SANNO SOLO INTIMIDIRE

CHIEDIAMO RISPOSTE  MA  SANNO SOLO INTIMIDIRE

Da lunedì 25 ottobre,  giorno della meravigliosa manifestazione delle lavoratrici e dei lavoratori dell’Ateneo, è successo qualcos’altro di cui vogliamo rendervi partecipi.

Il 27 settembre 2010 chiediamo, tramite mail al Rettore, che ci vengano forniti due documenti: riassuntivo speso salario accessorio 2009 e impegnato e speso straordinario 2010. Non riceviamo risposta né in quella occasione né il 12 o il 18 ottobre quando scriviamo ulteriori solleciti.

Solo il 18 ottobre nell’anticamera del Rettore, mentre fuori c’era il presidio dei colleghi, ci viene detto che lo speso non può essere fornito perché si sta ancora contabilizzando l’abbattimento del salario accessorio che avviene quando un’unità è in malattia. Come RdB contestiamo questa spiegazione dicendo che non si può contabilizzare la malattia del 2009 a ottobre 2010.

Il 19 ottobre contestiamo la cosa anche in contrattazione e spediamo una ennesima mail in cui chiediamo però che ci venga dato lo speso per lo straordinario 2010 sulla cui consegna  non ci possono essere ulteriori ritardi. Non otteniamo risposte.

Il 21 ottobre scriviamo ancora chiedendo anche lo speso per il salario accessorio degli EP, art. 90, e formulando per iscritto le nostre contestazioni  alle spiegazioni fornite dall’Amministrazione. Nessuna risposta.

Il 25 ottobre leggiamo la relazione del MEF e scopriamo durante la seduta di contrattazione che vi è riportata la tabella da noi chiesta, riassuntivo speso accessorio 2009. Allora chiediamo come mai per un mese a noi è stata data una spiegazione che non convince alla luce dei fatti che di seguito riportiamo:

a maggio è stato approvato il bilancio consuntivo 2009 in cui vi è scritta la somma spesa del salario accessorio;

a maggio viene mandata al MEF la tabella 15 del conto annuale in cui viene specificato la somma abbattuta per la malattia;

al più tardi a maggio l’Amministrazione consegna all’Isp. Diana il riassuntivo dello speso 2009;

allora perché a noi a ottobre non può essere consegnato?

Nessuno ha risposto in modo convincente, sulla base di quanto sopra,  nemmeno nella nostra ultima lettera del 26 ottobre, e non solo l’Amministrazione non ha nemmeno voluto scusarsi per il totale discredito gettato sul tavolo della contrattazione integrativa dove si danno mezze risposte poi smentite dai fatti.

Il Rettore in persona decide di fare di meglio minaccia di denunciare il coordinatore della RdB per diffamazione. Questa scelta è un chiaro atto intimidatorio a una richiesta che, seppur fatta con toni vibrati, è doveroso rispondere.

Infine facciamo notare che al Consigliere d’Amministrazione Franco Galardi, che ha chiesto gli stessi documenti, è stata data a suo tempo una ulteriore spiegazione del ritardo e non gli sono stati comunque consegnati.

Gli iscritti della RdB hanno deciso di inviare ognuno a proprio nome, per protesta, la stessa lettera inviata dal coordinatore il 26 ottobre.

Di seguito i link per tutti i documenti citati:

lettere della RdB: http://wp.me/pn9o0-4W

lettera del Rettore: http://wp.me/pn9o0-4Z

 

per la RdB Università di Siena

Lorenzo Costa

lettera dal Rettore

Lettera del 26 ottobre del Rettore:

Gentile Sig. Costa,

prendo atto che Lei necessita di risposte formali e che i vari incontri in cui abbiamo fornito buona parte dei documenti richiesti e le motivazioni per cui non era possibile produrre nell’immediato altri non sono stati sufficienti.

Mi pare che i toni usati non sono consoni agli obiettivi comuni e, comunque, ritengo che usare espressioni chiaramente diffamatorie nei confronti di colleghi, che non hanno certo interessi personali in gioco, sia in contraddizione con il ruolo da Lei rivestito.

Dopo aver fatto questa doverosa premessa, pertanto, invitandola per il futuro ad astenersi da giudizi affrettati, Le preciso che, come mi riferisce la Responsabile della Divisione Retribuzioni, compensi e contribuzioni , le tabelle di spesa da Lei richieste per l’anno 2009 per l’art. 87 sono ovviamente quelle consegnate a suo tempo al Dott. Diana, ed attualmente allegate alla relazione del M.E.F.

E’ ovvio, mi precisa sempre la Responsabile della Divisione Retribuzioni, compensi e contribuzioni, che quei dati, nel tempo, possono aver subito variazioni ed aggiornamenti ed è proprio questa, del resto, la ragione per la quale l’ufficio – già oberato da scadenze legate a procedure di ordinaria ed anche straordinaria amministrazione – ha richiesto un congruo lasso di tempo per poter verificare approfonditamente le risultanze provenienti dal M.E.F. con il quadro attuale, aggiornato al 31 ottobre 2010.

Quanto ai dati richiesti, punto per punto, sono a precisare che:

1) per il punto riassuntivo relativo all’art. 90 Le saranno forniti i dati di spesa entro il prossimo 2 novembre 2010.

2) per il punto “straordinario” i dati sono stati forniti durante l’incontro del 25 ottobre 2010.

3) per il punto relativo alle somme impegnate di cui agli artt. 87 e 90, la Responsabile della Divisione Retribuzioni, compensi e contribuzioni si confronterà con l’Ufficio bilancio e Le verrà data debita informazione entro la data sopra indicata.

4) per quanto riguarda la “malattia” Le segnalo che i risparmi derivanti dall’applicazione dell’art. 71, comma 1 costituiscono economie di bilancio e concorrono al miglioramento dei saldi di bilancio.

Le preciso altrsì che tali somme non possono essere utilizzate per incrementare i fondi per la contrattazione integrativa.

In ogni caso, con riguardo al contenuto delle espressioni da Lei utilizzate devo, mio malgrado, quale atto doveroso, trasmettere la sua missiva alla Procura della Repubblica per quanto di competenza.

Cordiali saluti.

Il Rettore

Silvano Focardi

lettere della RdB

Lettera del 27 settembre:

Magnifico Rettore, con la presente siamo a chiedere che ci vengano forniti, come previsto dal CCNL, i seguenti documenti:

– riassuntivo speso fondo art. 87, 2009, diviso per le quote che insistono sul fondo,

con riportate le voci di spesa per ogni singola tipologia di indennità o responsabilità, ecc.;

– straordinario autorizzato nel 2010, suddiviso per ore, struttura e unità, così come fornitoci per gli anni passati.

la richiesta, crediamo possa essere accolta visto che anche nel recente passato sono stati forniti lo stesso

genere di documenti. Porgiamo distinti saluti.

per la RdB Università di Siena

Lorenzo Costa

Lettera del 12 ottobre:

Gentile Direttore Amministrativo,

con la presente siamo a chiedere che ci vengano forniti, come previsto dal CCNL, i seguenti documenti:

– riassuntivo speso fondo art. 87, 2009, diviso per le quote che insistono sul fondo,

con riportate le voci di spesa per ogni singola tipologia di indennità o responsabilità, ecc.;

riassuntivo speso fondo art. 90, definito come sopra;

– straordinario autorizzato nel 2010, suddiviso per ore, struttura e unità, così come fornitoci per gli anni passati.

la richiesta, crediamo possa essere accolta visto che anche nel recente passato sono stati forniti

lo stesso genere di documenti.

La richiesta è stata avanzata più di una settimana fa e attendiamo ancora una risposta.

Porgiamo distinti saluti.

per la RdB Università di Siena

Lorenzo Costa

Lettera del 18 ottobre:

Gentile Direttore Amministrativo, con la presente siamo a sollecitare l’invio dei documenti da noi richiesti e sollecitati più volte.

Per la RdB Università di Siena

Lorenzo Costa

Lettera del 19 ottobre:

Gentile Direttore Amministrativo,

prendendo atto, con grande stupore e fastidio, della spiegazione fornitaci ieri nell’anticamera del Rettore per quanto riguarda il riassuntivo dello speso sul fondo art. 87/2009, rinnoviamo comunque la richiesta  per le ore di straordinario 2010 facciamo presente che chiediamo ci vengano forniti nella tabella anche le ore autorizzate ma non ancora liquidate, insomma l’ammontare completo di tutto quello che uscirà dal fondo art. 86.

Inoltre con la presente chiediamo, come già concesso in passato, che ci venga fornita copia della registrazione della seduta di contrattazione del 26 agosto, per avere chiarimenti su alcuni passaggi della discussione che servono per una serie di interventi che stiamo preparando per un esposto alla Corte dei Conti.

Porgiamo distinti saluti.

Per la RDB Università di Siena

Lorenzo Costa

Lettera del 21 ottobre:

Magnifico Rettore,

rinnoviamo ancora una volta, a distanza di un mese dalla prima volta in cui fu avanzata, la nostra richiesta di documenti:

– riassuntivo speso fondo art. 87, 2009, diviso per le quote che insistono sul fondo, con riportate le voci di spesa per ogni singola tipologia di indennità o responsabilità, ecc.;

riassuntivo speso fondo art. 90, definito come sopra;

– straordinario autorizzato e liquidato nel 2010, suddiviso per ore, struttura e unità, così come fornitoci per gli anni passati.

Chiediamo che sia chiarito nello speso 2009 del fondo art. 87 e 90, anche la competenza delle somme impegnate, vorremmo chiarire se nello speso ci fossero competenze 2008 perché allora ulteriormente andrebbe chiarita la questione dei dati forniti ai revisori dei conti e sullo sforamento della disponibilità del fondo 2009.

Pur non condividendo la spiegazione data nell’incontro avvenuto nella sua anticamera, crediamo possa essere dato senza ulteriori indugi il documento sullo straordinario.

Le Rinnovo le motivazioni addotte in contrattazione martedì 19 ottobre per confutare quanto asserito dalla  Responsabile della Divisione Retribuzioni, compensi e contribuzioni.

Primo non si può contabilizzare a fine ottobre 2010 l’abbattimento per malattia del salario accessorio 2009 perché questo vorrebbe dire che si avrebbe una minore spesa sul fondo 2009 i cui impegni e lo speso risultano nel bilancio consuntivo approvato. Paradossalmente se fosse così ai revisori dei conti andrebbe fornito immediatamente il dato dell’abbattimento perché vorrebbe dire che non si è sforato di € 390.000 nel 2009, ma di una cifra più bassa perché la malattia comporta il pagamento del salario accessorio per metà e quindi di un risparmio sulle uscite dal fondo.  Secondo ci risulta, come già detto nel 2009 in contrattazione con il Dott. Miccolis, che l’Università abbia l’obbligo entro aprile di consegnare il conto annuale al MEF in cui si riporta lo speso sul fondo del salario accessorio, se si contabilizza l’abbattimento della malattia ora cosa è stato mandato come dato al MEF.

Per tutto quanto sopra esposto crediamo sia chiaro che vi è un altro intento da parte dell’Amministrazione nel ritardare la consegna dei documenti. Ci scusiamo per il continuo impegno che chiediamo agli uffici, ma crediamo che come mai come ora si debba essere chiari e trasparenti.

Porgiamo cordiali saluti.

Per la RdB/USB Università di Siena

Lorenzo Costa

Lettera del 26 ottobre:

Magnifico Rettore,

pur comprendendo gli impegni degli prossimi giorni, rinnoviamo ancora la richiesta di  documenti fatta oltre un mese fa a codesta Amministrazione.

Ovviamente la richiesta è solo sullo speso 2009 del fondo art. 87 e art 90. Faccio presente che questa Amministrazione non ha mai risposto ufficialmente alle nostre richieste ed inoltre con il comportamento assunto ieri ha dato ulteriore prova di discreditare il tavolo della contrattazione integrativa. L’ultima affermazione la facciamo sulla base dei documenti consegnatici ieri, relazione MEF, in cui viene riportato il riassuntivo dello speso 2009 per l’art. 87, ma non quello per l’art 90. L’Amministrazione nella persona del Responsabile della Divisione Retribuzioni, compensi

e contribuzioni ha affermato, in una riunione ufficiale in cui era presente la parte pubblica e quella sindacale, che i documenti non ci potevano essere consegnati sulla base di scuse non certificabili ma che noi, seduta stante, ritenemmo però false e pretestuose. Le stesse spiegazioni, addotte a voce per confutare la tesi sostenuta dalla parte pubblica, le abbiamo poi scritte nella mail che alleghiamo di seguito. Il fatto che poi nella relazione del MEF vi sia riportata la tabella da noi richiesta prova che avevamo ragione, oppure prova che sono stati consegnati documenti falsi al MEF.

Crediamo che alla luce di quanto sopra esposto la parte pubblica, in rappresentanza della Pubblica Amministrazione per cui lavoriamo, abbia offeso e discreditato il tavolo in modo grave e che questo comportamento non debba passare inosservato e sminuito.

Chiediamo che ufficialmente l’Amministrazione chiarisca la natura delle affermazioni fatte per parte sua da componenti della sua delegazione censurandole in modo ufficiale. Ci riserviamo comunque di valutare ogni possibile via ufficiale per arrivare ad una conclusione chiara e inequivocabile della vicenda, anche rivolgendoci ad autorità esterne. La situazione in cui si trova l’Ateneo non giustifica assolutamente il comportamento tenuto dalla parte pubblica e non può essere addotta a giustificazione. Attendiamo l’invio del documento completo visto che risulta incompleto nella relazione del MEF e una risposta.

Porgiamo cordiali saluti.

per la RdB/USB Università di Siena

Lorenzo Costa

Sappiamo chi non è colpevole del buco

 

Questa università vive una situazione paradossale:

la magistratura indaga sul buco di bilancio e gli organi di governo (CdA e Senato Accademico) e controllo (collegio dei revisori dei conti), peraltro tutti indagati, fanno pagare il buco a chi non c’entra di sicuro niente.

AD OGGI HANNO PAGATO:

le lavoratrici ed i lavoratori della cooperativa solidarietà;

i colleghi a tempo determinato;

i collaboratori ed esperti linguistici;

i precari della ricerca;

tutte figure precarie che hanno pagato perché meno tutelate.

DA OGGI COMINCEREMO A PAGARE

noi tecnici amministrativi a tempo indeterminato:

ci bloccano le PEO previste dal Contratto Nazionale;

Poi con la legge Brunetta ci toglieranno dal 2011: € 960- € 600 – € 360 (indennità ex art 41 temporanea), che, fino al 2013 vuol dire:

€ 960 X 3 = € 2280 in meno

€ 600 X 3 = € 1800 in meno

€ 360 X 3 = € 1080 in meno

Poi il governo ci fa pagare anche la crisi nazionale:

la finanziaria blocca tutti i rinnovi contrattuali nazionali per 3 anni senza possibilità di recupero

Aggiungiamo poi la riforma dell’università, con i tagli ai finanziamenti e siamo al massacro sociale.

Tutti ci usano come bancomat!

DICIAMO CHIARO CHE NON CI STIAMO!!

13 ottobre ore 9:00 Rettorato

Assemblea/presidio

NON POSSIAMO NON ESSERCI

RdB Università di Siena

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: